Sposa 2017

Sposa 2017: consigli e foto per l’acquisto dell’abito giusto

Sposa 2017 fatti avanti!

Ciao amici ma soprattutto amiche affezionate del blog The Morning Mood. Oggi mi rivolgo a voi lettrici, per due motivi; il primo è perché voglio parlare della sposa 2017; il secondo motivo vien da se…questo blog è molto più rosa di quello che si possa immaginare 🙂

Da quando è online questo blog, comincio solo adesso a sentirmi parte di una grande community (anche se ancora piccola). Proprio per questo, entrando quasi in confidenza, voglio parlarvi della dura scelta dell’abito da sposa, anche io ci sono passata ed è arrivato il momento di parlarne.

Siete confuse? 

Tranquille è normale; proprio per questo vorrei parlarvi delle nuove collezioni sposa 2017 e dei brand che ci fanno davvero sognare. Poi, se li vorrete, voglio anche dispensarvi alcuni consigli e mettervi in guardia dagli atelier che vogliono solo approfittarsi della situazione gonfiando (e di tanto) i prezzi. 

Consigli per la scelta dell’abito da sposa 2017

Ognuna di noi ha le idee chiare sul tipo di sposa che vuole essere.

Sposa sensuale? Romantica? Bon Ton? Sbarazzina, Vintage? Anni 20?

Io volevo essere una sposa romantica, elegante e a modo. Non amo il pizzo (che addosso mi stava davvero male) e non amo le scollature da urlo (mi correggo, non è che non le amo, le adoro… ma non davanti all’altare). 

Fatta chiarezza su quel che si vuole, si passa alla ricerca online. Parola chiave? Sposa 2017 ed i risultati della vostra ricerca – se fatta con Google – saranno svariati. Tuttavia le aziende che fra tutte salteranno all’occhio saranno le seguenti:

  • Pronovias
  • Rosa Clarà  
  • Nicola Sposa
  • La Sposa
  • Enzo Miccio
  • Carlo Pignatelli
  • Alessandra Rinaudo
  • Blumarine

Il budget è un elemento fondamentale nella scelta dell’abito, stabilito anche questo “dettaglio non indifferente” fate una ricerca sul territorio; quali atelier e quali aziende trattano?

Fatta ciò, recatevi in atelier con le idee molto chiare, ma soprattutto con poca gente: la mamma, la suocera, la sorella, al massimo un’amica. Stop. Più è ridotto il gruppo e più si lavorerà in sintonia e con calma. Adesso comincia il bello: non fatevi minimamente influenzare dalle belle parole che gli addetti alle vendite avranno in serbo per voi. Loro fanno questo di mestiere; non sono e non saranno mai oggettivi in merito. 

Da adesso, prestate molta attenzione alla qualità dei tessuti, alla vestibilità, alla pesantezza dell’abito (dovete indossarlo con disinvoltura per molte ore) e guardate bene l’etichetta.

L’abito che state indossando è prezzato?

Per esperienza personale posso dirvi che alcuni atelier non espongono il prezzo; così quando vedono che siete particolarmente innamorate di un capo, vi fanno la fatidica domanda: “qual è il tuo budget?” 

Voi, noi, tu, tutte…ingenuamente risponderemo, et voilà, il prezzo del vestito potrebbe essere esattamente quello.

Dovevate spendere 3000 euro per tutto l’outfit? Quel vestito che vi sta bene, che non è prezzato, che adesso amate alla follia, costa esattamente 3000 euro, escluso di velo, scarpe, guanti, accessori e così via. Morale della favola, avete già sforato il budget (e di tanto) perché velo e accessori incidono parecchio.

Il vostro abito non vi emoziona?

Niente paura, è così per molte ragazze. Esistono due categorie di spose:

  • quelle che si innamorano del primo vestito indossato;
  • quelle che ne provano mille e non ne vengono a capo.

Bene, nella prima ipotesi siete state molto fortunate; nella seconda, dovete dar voce a quello che vi sembra più vestibile, più adatto al vostro stile, quello che vi trasmette qualcosina, che vi rimane in mente, anche senza un perché.

Ecco una mia piccola selezione spose 2017

BUONA FORTUNA.

Ps. gli abiti della Pronovias sono molto belli in foto, ma non dal vivo.

Lascia un commento